Comunicazione sociale e territorio, nel post covid

23apr2021

La comunicazione sociale non è il recinto dei buoni. É il contesto in cui produrre nuove opportunità narrative, partnership più complesse, giornalisti più preparati. Ancor più nel tempo che verrà. Nuovo appuntamento, che chiude il ciclo formativo promosso dal Giornale Radio Sociale, Redattore Sociale e Forum Terzo Settore

Territorio e relazioni: due parole chiave della comunicazione sociale. Ma che comunicazione sociale sarà in una fase nella quale questi due riferimenti si sono smaterializzati, anche a causa della crisi Coronavirus? Comunicazione sociale non è il recinto dei buoni. É il contesto nel quale produrre nuove opportunità narrative, partnership più complesse, giornalisti più preparati e nuove occasioni di lavoro.

L’emergenza Coronavirus ci ha trasmesso la consapevolezza di essere tutti più collegati, di essere parte di una stessa crisi ma di avere anche le stesse opportunità: di senso, di innovazione, di valori, di occupazione. Quali chance narrative può fornire il mondo del terzo settore e del volontariato?

Il mondo della comunicazione è il più esposto: l’alfabetizzazione forzata di masse di persone ha velocizzato i processi di utilizzo dei canali informatici, per gli usi più diversi. E’ un'opportunità o un problema? Come orientarsi? Come difendersi dal linguaggio dell’odio e dalle fake news che attraversano la rete? 

La comunicazione sociale propone una nuova impaginazione che orienti ad un approccio integrato tra economia, sostenibilità, panorama internazionale, diritti, cultura, sport sociale. E un punto di vista: quello del sociale e dei suoi protagonisti.

A discuterne Stefano Arduini, direttore di Vita; Carlo Borgomeo, presidente Fondazione con il Sud; Stefano Caredda, direttore Redattore Sociale; Guido D'Ubaldo, segretario nazionale uscente Ordine dei Giornalisti; Claudia Fiaschi, portavoce Forum Terzo Settore; Ivano Maiorella, direttore Giornale Radio Sociale; Roberto Natale, Rai per il Sociale; Rossella Verga, Corriere della Sera - Buone Notizie; Andrea Volterrani, Università Tor Vergata. Saranno presentate anche tre esperienze del Forum del Terzo Settore della Lombardia.

Si chiude con questo webinar il ciclo formativo, organizzato da Giornale Radio Sociale e Redattore Sociale, con Forum Terzo SettoreFondazione con il Sud e Ordine dei giornalisti, previsto fra il 2019 e il 2020 nelle sei regioni del sud (Calabria, Sicilia, Sardegna, Puglia, Campania, Basilicata) e nelle due metropoli a maggiore concentrazione mediatica, Roma e Milano, ma che, a causa del perdurare dell'emergenza sanitaria legata al coronavirus, si è prolungata nell'anno in corso.

L'appuntamento è dalle 9.30–12.30 del 17 maggio 2021. Per partecipare al seminario è necessario iscriversi sulla piattaforma Sigef dell’Ordine dei giornalisti: iscrizione possibile  dal 2 al 13 maggio 2021. Prima dell'evento sarà inviata a tutti gli iscritti e confermati una mail contenente il link per il collegamento.

Gli iscritti sono tenuti a rimanere nella postazione con la telecamera accesa dall'inizio alla fine dell'incontro: non sono ammessi la partecipazione parziale, il collegamento ad evento già in corso e la presenza in sola modalità audio. È responsabilità di ogni iscritto accertarsi con giusto anticipo del possesso degli strumenti e delle dotazioni tecniche necessarie. Per seguire gli eventi streaming è inoltre indispensabile una connessione internet stabile.